LA MIA EQUAZIONE

Riassuntoequazioniletterali

Mi chiedo sempre più spesso perché la mia vita si trova a un punto morto nel quale mi pare di scorgere il sentiero da prendere, ma non riesco a infilarlo mai.

Spendo ore su ore a riflettere, incartandomi in vistosi loop mentali, creando arzigogoli dialettici che mi portano lontano.

La soluzione c’è, sempre. Bisogna cercarla, specie se è nascosta.

Cumulonembi stratificati mi si parano davanti agli occhi, impedendomi la visione. In questo caso serve un atto di coraggio.

Il coraggio serve sempre, dapprima per arrendersi all’evidenza che, molto spesso, le vite che viviamo non hanno un senso. Ci vuole coraggio di saperci soli.  Ci vuole coraggio anche a fidarci delle nostre intuizioni. Ci vuole coraggio di saperci paurosi, sperduti, senza una vera direzione.

E fin qui filosofia da bottega.

Mettiamoci le mani nella vita, con il coraggio di sporcarcele, di ferirle, di saperle deboli, di vederle invecchiare.

Per non dire del coraggio che ci vuole per stare a contatto delle emozioni, di tutte le emozioni che siamo capaci di provare.

La soluzione più comoda è la fuga, il congelamento, la negazione. Invece, bisogna tirare fuori il cavaliere senza macchia e senza paura che le guarda in faccia e si prende il bello e il brutto, la gioia e il dolore fino a che morte non ci separi.

A me il coraggio manca. E la sua mancanza mi ha fatto prendere per troppe volte sentieri sbagliati.

Sono una fifona, ho un sacco di paura. Ho paura di tutto, anche se, fuori, chi mi conosce, mi descrive come una leonessa impavida.

Tutta maschera, difesa, fuga.

Il coraggio più grande, allo stato, è mettermi nuda davanti alle emozioni, di fronte a me stessa. E’ come se mi avessero tolto la pelle, attimo dopo attimo, lentamente, facendomi sentire ogni centimetro che si staccava, procurandomi un dolore lancinante.

Eppure sto. Con fatica, con determinazione, con rabbia a guardarmi in faccia e cercare di capire chi sono.

Voglio portare a compimento la mia personale equazione: avere coraggio mi rende libera. La libertà mi rende felice.

Nel mentre, combatto…

Paradita

Annunci

2 commenti

Archiviato in 2018, anno nuovo vita nuova, anta e ribalta, aperibar, autoconservazione, bad vibration, botta di ratapaltz, buona continuazione di giornata, buoni propositi, donne moderne, donne vere, ego, farsi del bene facendosi male, filosofia - articoli, fuori di testa, La RI-nascita, maschere, oggi va così, pausa pranzo, pensieri, riflessioni, scoprire il velo, segni sulla pelle, social network, sopravvivere, sticazzi, Uncategorized, visioni, vita moderna, vita nuova

2 risposte a “LA MIA EQUAZIONE

  1. Antigone_Woland

    ottimo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...